3 semplici step per personalizzare il vecchio divano

personalizzare il vecchio divano

Il divano, il re del salotto, uno degli arredi in grado di dare un look particolare alla zona living. A volte però può capitare che i suoi colori, il design o le sue linee non siano più di nostro gusto, perdendo pian piano il suo fascino iniziale. Se siete alla ricerca di idee per valorizzare il vostro sofà, se non riuscite a disfarvi del vecchio divano della nonna e non sapete nemmeno come svecchiarlo, se vivete in affitto e vorreste evitare di investire un budget importante per comprare un nuovo divano, questo articolo vi sarà di grande aiuto! A volte bastano semplici accorgimenti per valorizzare un complemento d’arredo non più nuovo. In questo post vi spiego come personalizzare il vecchio divano con stile e vi svelerò dei trucchi per valorizzarlo spendendo un budget bassissimo!

Giocate con i cuscini

I cuscini sono un accessorio fondamentale per trasformare il vecchio divano del salotto in un complemento d’arredo davvero unico. Come scegliere i cuscini giusti? Potreste ispirarvi alle stagioni e sostituire le federe con una texture di colori più adatta ai colori che la natura ci regala. Oppure scegliere dei colori che vadano a contrasto con quelli del divano, ma che siano sempre ben abbinati al contesto circostante. Seguite le tendenze del momento e optate per fantasie floreali, botaniche, oppure geometriche, più indicate per uno stile moderno contemporaneo. Siate creativi e giocate non solo con i colori ma anche con le forme. In commercio è facile trovarne di veramente originali. Ma se amate il fai da te QUI troverete una raccolta di idee per realizzare degli originali cuscini perfetti per personalizzare il vostro divano con creatività!

Lasciatevi ispirare dalle stagioni

Il cambio di stagione può stimolare questo cambiamento, aumentando il desiderio di possedere un divano non solo piacevole da ammirare nell’insieme dell’arredo del salotto. Ma anche comodo e pronto ad accoglierci soprattutto dopo una faticosa giornata lavorativa. La soluzione migliore per soddisfare a pieno questi tre desideri, potrebbe essere quella di aggiungere un’elegante coperta su un lato del divano. Mi raccomando però, non riesumate le vecchie coperte sbiadite! Il vostro compito è valorizzare il divano, quindi evitate copertine inguardabili, pail sintetici, plaid infeltriti! Una morbida coperta in lana doppia oppure una più sottile ma con una fantasia elegante, non solo vi scalderà durante le serate autunnali ma sarà un bellissimo elemento decorativo da lasciare sempre in bella vista sul divano.

Un tocco in più per rendere unico il tuo divano

Dopo aver aggiunto una bella coperta e dei cuscini con le fantasie e i colori più adatti, il vostro divano avrà già un aspetto migliore e più in linea con il vostro gusto. Ma per dare carattere e personalizzare ancor di più il vostro amato divano, servirà un bel tappeto! Potete divertirvi creando giochi di colore bellissimi, oppure unire fantasie rigate o floreali. Anche il tappeto come i cuscini, dovrà entrare in sintonia con l’arredo e i colori già presenti in casa. Se ne avete già uno, ma vi sembra troppo pesante per il nuovo look del vostro divano, acquistatene uno a buon prezzo di dimensione differente e sovrapponetelo all’altro. Sovrapporre i tappeti aiuta a creare un’arredo molto particolare e nuovo. Il vostro vecchio divano tornerà ad essere il vero re del salotto grazie a questo gioco di colori e tappeti sovrapposti.

personalizzare il vecchio divano

I tappeti arredano e riscaldano gli ambienti, e i vantaggi di utilizzarli in questo modo sono molti. Sovrapponendo un tappeto all’altro potrai nasconderne i difetti e quelle zone più usurate. Se lo spazio è abbastanza ampio non servirà investire del denaro per acquistare un tappeto molto grande, ma potrete utilizzare più tappeti piccoli magari recuperati dai parenti o in qualche mercatino. E in ultimo vi aiuterà a creare un arredamento davvero particolare e capace di valorizzare anche il vostro tanto amato divano!

- scritto da Edda Gagliardi

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Condividi


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Oppure commenta con il tuo account Facebook