Riciclo creativo di oggetti in porcellana e ceramica

Riciclo creativo di oggetti in porcellana

Vi è mai capitato di trovare delle tazzine in ceramica orfane di servizi da caffè o da tè nei pensili della cucina della nonna? Oppure coperchi di chissà quale zuccheriera, piattini in porcellana singoli e scoloriti? Sicuramente si! Nel tempo purtroppo capita che dei servizi vengano decimati, tazze scheggiate e piatti ridotti in mille pezzi. Che dolore al cuore! In questi casi pur di conservare il ricordo di quel servizio, abbandoniamo ciò che ne resta in fondo alla credenza della cucina. Ma ci sarebbe un’altra soluzione, decisamente più creativa e utile, che vi restituirà sicuramente il buon umore. Il riciclo creativo di oggetti in porcellana! Avete mai pensato di trasformare oggetti in porcellana in qualcosa di utile e decorativo? Probabilmente no, e vi assicuro che quando scoprirete ciò che si può creare con piattini, tazzine scheggiate, coperchi e pezzetti di porcellana, rimarrete senza fiato.

Con le ceramiche rotte, scheggiate o disintegrate, è possibile creare qualcosa di veramente unico. Comincio subito da uno dei miei progetti preferiti, il primo che anni fa mi illuminò facendomi percorrere il sentiero giusto che mi risollevò subito il morale dopo aver fatto cadere una delle mie tazzine preferite. Ho un debole per le porcellane e acquisto spesso tazzine da caffè e da tè. Quelle meno pregiate le utilizzo quotidianamente, le altre invece le inserisco nei miei shooting fotografici ma poi le ripongo nella credenza. Quando si rompe o si scheggia qualche oggetto è sempre un gran dispiacere a prescindere dalla qualità del materiale. Trasformare la tazzina rotta in un originalissimo puntaspilli, mi rifece tornare subito il sorriso! Ma non è tutto. Continuate a leggere, il bello sta per arrivare!

Riciclo creativo di oggetti in porcellana spaiati

Può capitare di trovare dei vecchi coperchi in ceramica abbandonati in qualche mobiletto della cucina della nonna. Riadattarli sarà impossibile, ma trasformarli in favolosi portafotografie li renderà ancora più speciali. Vi basterà avvolgere del fil di ferro dorato o brunito e creare un doppio anellino con l’aiuto di una pinza. Un’idea davvero particolare per esporre le foto di famiglia!

Riciclo creativo di oggetti in porcellana fai da te

I coperchi più grandi invece potreste trasformarli in porta presine, o porta utensili della cucina. Fissateli ad una base in legno e aggiungete due bei ganci per fissarli al muro. Avete accumulato piattini singoli tutti diversi? Sappiate che potreste utilizzarli comunque per apparecchiare una tavola per un tea party. Renderebbero la mise an place molto creativa e a prova di Csaba! Oppure potreste trasformarli in bellissimi quadretti porta foto. Che ne pensate?

Riciclo creativo di oggetti in porcellana di famiglia

La vecchia teiera o caffettiera in ceramica della nonna, un prezioso ricordo di famiglia utile come portafiori per esterni, o per il tavolo della cucina. Oppure come porta pennelli, porta ferri da cucito da tenere a vista nel vostro angolo creativo!

Riciclo creativo di oggetti in porcellana craft room

Se per voi è impossibile resistere di fronte ad una bella tazzina in ceramica, ne avrete sicuramente collezionato un buon numero. Qualora si dovessero scheggiare, o semplicemente non avete più spazio nella credenza o nella vetrinetta in salotto, copiate questa idea geniale. Tazzine porta gioielli, una soluzione per veri intenditori di stile!

Riciclo creativo di oggetti in porcellana idee

A volte invece, tutto ciò che resta, sono solo minuscoli cocci da raccogliere. Nulla di più! Ma anche in questo caso, ci potrebbe essere una soluzione per conservare e riutilizzare i preziosi cocci di parte del servizio di famiglia. Quale? Creando un bellissimo mosaico sui vasi del balcone! Fissate prima i cocci sul vaso e poi aggiungete lo stucco negli spazi vuoti per uniformare tutta la superficie. Una soluzione più impegnativa ma piuttosto semplice da riprodurre!

Riciclo creativo di oggetti in porcellana rotti
- scritto da Edda Gagliardi

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Condividi


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Oppure commenta con il tuo account Facebook