Gerani, come coltivarli e tante idee decorative per la casa e la tavola

Non so voi, ma le piante di geranio sono tra le mie piante da fiore preferite, non mancano mai sui balconi! Sono la mia certezza, la mia tavolozza di colori che posso ammirare già dal mese di marzo. Sono i miei regali. Mi fanno compagnia per tutto l’anno e mi riempie d’orgoglio vederli così generosi nelle inflorescenze dai colori vivaci. È doveroso quindi dedicare a queste piante meravigliose, un intero articolo per raccontarvi i loro pregi, poiché difetti, almeno loro, non ne hanno! Anzi. Vorrei svelarvi qualche piccolo segreto per farli crescere sempre più belli. Come proteggerli, se necessario e come utilizzarli per decorare esterni e anche interni, senza tralasciare qualche simpatica idea per la tavola estiva!

Quante varietà di gerani esistono? E quali sono le sue origini?

Il geranio è una pianta originaria dell’Africa meridionale e grazie alla sua versatilità si adatta molto bene al microclima delle città. Sopporta il caldo torrido, l’inquinamento e riesce a sfruttare a suo vantaggio l’umidità notturna. Sopravvive anche in ambienti molto freddi. Non a caso rientrano tra le piante predilette per adornare interni ed esterni dei bellissimi cottage del Nord Europa. La Svizzera ha voluto omaggiare questi splendidi fiori eleggendo il geranio, fiore nazionale. Ho scoperto che esistono più di 400 specie di piante, oltre ai classici che siamo abituati a vedere sulle ringhiere dei balconi, esistono anche i gerani ricadenti e rampicanti. I gerani Regali, Odorosi, i gerani Angel e a foglia variegata.

gerani odorosi

Tutte le varietà di gerani sono composte da un fusto e da foglie carnose, i fiori invece sono riuniti in inflorescenze meravigliose. Macchie di colore capaci di crescere ad ogni temperatura, sia in vaso che a terra. Prediligono temperature miti e crescono bene in pieno sole. Temono i venti molto forti e freddi. In questo caso e con temperature al di sotto dei 13°C dovranno essere riparati in zone protette esterne, oppure in angoli luminosi della casa. I gerani sono delle piante da fiore molto generose, nonostante le poche cure regalano bouquet coloratissimi dai primi caldi sino all’autunno inoltrato.

gerani origini

Come coltivare i gerani

Bastano piccoli accorgimenti per ottenere gerani ancora più belli e rigogliosi. Per i gerani in vaso vi consiglio di smuovere spesso la terra in superficie così da ossigenare il terreno e aiutare l’acqua a scendere sino alle radici più profonde. Innaffiate regolarmente ma fate attenzione a non creare ristagni d’acqua. Meglio poca acqua ma versata tutti i giorni, preferibilmente al mattino presto, oppure la sera. Il geranio cresce molto velocemente, vi consiglio quindi di sostituire man mano i vasi con misure più adeguate. La primavera inoltrata è il momento migliore per piantarli. Predisponete sul fondo del vaso uno strato per il drenaggi e aggiungete il terriccio pre-fertilizzato utile per le piante che non hanno bisogno di troppe attenzioni. Per una crescita più rapida dovrete semplicemente aggiungere nell’acqua di irrigazione del fertilizzante specifico. Eliminate fiori e foglie secche, stimolerete la formazione di nuovi fiori.

Gerani Regali, le varietà più adatte per decorare gli interni

Se desiderate avere piante da fiore anche in casa, scegliete i gerani Regali o i Pelargonium grandiflorum. Producono fiori stupendi, o meglio, regali! I colori variano dal lilla, al rosa, bianco, con diverse sfumature. Questa specie fiorisce solo in primavera. Posizionateli in zone della casa molto soleggiate, perfetti per adornare i davanzali delle finestre. Nel XVII secolo in Inghilterra venne selezionato tra le piante d’appartamento più belle. Questa varietà può essere piantata anche all’esterno, ma richiede una collocazione riparata da pioggia e vento.

gerani coltivazione

Un tocco creativo per le tue piante da fiore

Cari lettori, se per caso non avete ancora inserito queste fantastiche piante sui vostri spazi outdoor, fatelo subito, non aspettate ancora. Si trovano ovunque, anche al mercato e costano pochissimo! Con i gerani è davvero facile creare zone urban green super colorate su balconi e terrazze. Posizionateli sulle ringhiere se avete poco spazio a disposizione. Altrimenti create macchie di colore alternandoli con le altre piante verdi già presenti. Un tocco originale? Utilizzate cesti di vimini, scatole in latta, oppure recuperate contenitori vintage e darete un tocco creativo e coloratissimo a balconi e verande!

Idee per decorare la tavola con i gerani

Scegli questi fiori anche per adornare la tavola estiva. Sono infinite le idee per utilizzarli. Dai centrotavola, posizionando vasi di medie dimensione al centro di una bella tavola grande. Oppure inserire piccoli bouquet di geranio all’interno di vasetti di vetro, ideale per una tavola più piccola. Potreste realizzare dei piccoli segnaposto personalizzati, che diventano dei cadeaux per i vostri invitati, visto che i gerani si riproducono per talea! Oppure posizionate dei fiorellini su ogni tovagliolo. Soluzione velocissima ma di grande effetto! E non servirà altro per stupire i vostri ospiti!

gerani per decorare la tavola

Curiosità che dovete assolutamente sapere sui gerani!

Sappiamo bene che ogni fiore ha un significato differente. Così anche i gerani variano in base al colore e alla specie. Il geranio rosso simboleggia il confronto, quello rosa la nascita di un nuovo affetto. Il geranio edera rappresenta l’amicizia, il rampicante la fedeltà. Non tutti sanno che alcuni gerani sono commestibili. Gli oli essenziali estratti dai gerani odorosi vengono utilizzati da molti chef per aromatizzare piatti di carne, insalate, dolci e bevande calde e fredde. Inoltre, le foglie essiccate dei gerani odorosi possono essere inserite nel pot-pourri fatto in casa, e profumare armadi e cassetti. Il geranio odoroso al limone e all’arancio allontana insetti e zanzare. L’aroma delle foglie per noi molto gradevole, diventa un repellente efficacie.

gerani piante da fiore

Soluzione naturale per eliminare la farfalla killer

Un paio dei miei gerani sono stati aggrediti dalla farfalla killer. Una piccola farfalla marrone che mangia foglie, rami, tutto! Depone le uova all’interno della pianta e queste ultime mangiano tutta la parte interna fino a far seccare interamente la pianta. Appena vedete dei forellini sulle foglie correte ai ripari e preparate questa soluzione naturale. Lasciate macerare in un bicchiere per una notte intera, 1 cucchiaio di peperoncino tritato e due spicchi d’aglio tagliati a pezzetti. Spruzzate sui fusti e sulle foglie ogni due giorni. Eliminarla non è semplice. Pertanto se persiste, affidatevi agli esperti, vi consiglieranno un insetticida molto forte per eliminare tutte le larve presenti nella pianta.

- scritto da Edda Gagliardi

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Condividi


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Oppure commenta con il tuo account Facebook