Le piante di fico d’india: proprietà, benefici e idee di stile

fico d'india monopoli puglia

Chi vive al sud, probabilmente non ci fa nemmeno più caso, ma i centinaia di turisti che arrivano ogni anno nel periodo estivo, notano eccome le immense piante di fico d’india che donano quel tocco di esoticità al territorio e pennellate di colore ai paesaggi, soprattutto durante la primavera e l’estate, quando sono in fiore o in frutto!

I fichi d’india sono delle succulente appartenenti alla famiglia delle Cactacee. Sono originarie del Messico, diffuse anche nel bacino Mediterraneo, in Australia e nelle zone temperate di America, Africa, Asia e Oceania. Nel tempo sono diventati simbolo delle regioni del sud. In passato i contadini avevano l’abitudine di piantare le piante di fico per delimitare i confini della proprietà. Infatti ancora oggi, è facile vederli a ridosso dei muretti a secco, sui terreni marginali, sulle scarpate o sui pendi troppo ripidi. I Cladoidi (comunemente chiamate pale) mettono radici appena vengono in contatto con la terra.

Per la FAO sono il cibo del futuro

Si tratta di piante molto resistenti adatte ad un clima torrido. Per questo motivo i fichi d’india rappresentano per la FAO (Organizzazioni delle nazioni unite per l’alimentazione e l’agricoltura), il cibo del futuro. A causa dei cambiamenti climatici, della desertificazione e il boom demografico, le fonti di cibo tradizionale cominceranno a scarseggiare. Sarà quindi necessario considerare dei prodotti naturali capaci di adattarsi subito alle nuove condizioni climatiche.

fico d'india

Proprietà benefiche dei fichi d’india

I fichi d’india in fiore sono vera poesia per l’anima ma è più facile ammirare i suoi frutti che adornano le pale come se fossero corone variopinte. I frutti contengono innumerevoli proprietà benefiche, sono ricchi di antiossidanti, vitamine, potassio, fosforo, calcio e di fibra alimentare. Sono privi di colesterolo e contengono poche calorie, 100 g di prodotto apportano 50 Kcal! Tuttavia raccogliere i frutti diventa davvero complicato e pericoloso per chi non è esperto. Sia le pale che i frutti sono ben protetti da tantissime spine fastidiose, se ne intravedete qualcuno durante una passeggiata estiva, non toccateli a mani nude, mi raccomando!

fico d'india proprietà e benefici

Troverete ottimi fichi d’india già puliti su qualche bancarella di frutta e verdura e potrete sceglierli se gustarli a fette o gustare il suo succo privo dei semi utilizzando un estrattore. Con i fichi d’india si preparano anche confetture e liquori, ma sappiate che di questa pianta non si butta via niente!

Dei fichi d’india non si butta via niente!

Ciò che molti ignorano infatti sono le pale. In alcuni paesi come il Messico selezionano le pale migliori per utilizzi gastronomici. Le pale più giovani, quindi più tenere e piccole, vanno ben pulite, spinate attentamente, sbucciate, tagliate a pezzetti e lessate in acqua con sale e aceto. Una volta cotte bisogna risciacquarle nuovamente in acqua corrente e dopo saranno pronte per essere utilizzate come contorno di carne o pesce, nelle insalate o come ingrediente di piatti freddi.

Le piante di fico d’india sono come la pianta di aloe, producono un gel molto utile per le scottature e per cicatrizzare, si ottiene semplicemente utilizzando un estrattore. Il gel di fico d’india fresco può essere anche aggiunto ai frullati di frutta mista, poiché stimola il sistema immunitario ed è ricco di beta carotene, vitamina C.

Questo gel miracoloso viene anche utilizzato per produrre saponi profumati, lenitivi, anallergici e naturali al 100%.

La Puglia, in particolar modo il Salento, è ricchissimo di queste piante grasse che tanto affascinano i viaggiatori. È facile intravedere le bianche masserie pugliesi adornate da piante di fichi d’india. Pensate che le pale di fico private delle spine vengono utilizzate per decorare esterni e interni.

pale di fichi d'india

Designer, home stylist e wedding planner non perdono occasione per creare decorazioni uniche e originali che non passeranno inosservate. Le pale sono spesso utilizzate non solo per decorare pareti o ingressi di case al mare o masserie, ma anche per ricreare uno stile rustico o boho-chic di un matrimonio in Puglia.

- scritto da Edda Gagliardi

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Condividi


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Oppure commenta con il tuo account Facebook