Borsa da spiaggia: 7 consigli per prepararla in modo sostenibile!

borsa da spiaggia

Pensavo di potermi godere ancora un po’ di primavera e invece sono già alle prese con la borsa da spiaggia! Non che mi dispiaccia, in realtà mi preoccupa! E anche parecchio. Bloccare questo processo è impossibile anche perché i cambiamenti climatici ci sono sempre stati, ma completamenti diversi da quello che stiamo vivendo ora. Il riscaldamento climatico di questi ultimi 150 anni è devastante per tutti! Per questo dovremmo impegnarci al massimo per rallentarlo il più possibile. Le mezze stagioni non esistono davvero più, si registrano ogni anno cambiamenti climatici notevoli, a questo ritmo ci ritroveremo nel 2100 con estati torride e lunghe 6 mesi e gli inverni brevi e tiepidi. Il riscaldamento globale rappresenta l’emergenza del millennio, quanto altro tempo dobbiamo aspettare prima di agire? Direi di cominciare subito partendo proprio dalla borsa da spiaggia. Mettetevi comodi, vi spiego come prepararla in modo sostenibile.

La mia guida per preparare una borsa da spiaggia sostenibile.

Io vivo in Puglia e ho una certa dimestichezza con le borse da mare. Quelle per un tuffo al volo, per una spiaggia con i ciottoli, o con la sabbia, oppure per trascorrere una giornata intera. Non manca mai nulla! Quindi ecco come preparo la borsa da spiaggia sostenibile.

borsa da spiaggia sostenibile

Cominciamo dalla borsa, se avete intenzione di acquistarne una nuova, optate per una in paglia, o in cotone naturale, oppure realizzata in materiale riciclato, in commercio se ne trovano parecchie. Altrimenti recuperate la vostra vecchia borsa da mare, se rovinata o fuori moda, decoratela con qualche accessorio, la renderete unica!

Borsa da mare sostenibile fuori e anche dentro!

Non dimenticate di aggiungere sempre un costume da bagno di ricambio, non è sempre piacevole avere il costume bagnato sulla pelle, uno di ricambio non deve mai mancare. Sapevate che esistono costumi da bagno sostenibili? Sono realizzati con materiali riciclati, da provare non credete?

Stagione estiva nuova, crema solare nuova! E si, gli avanzi non hanno più lo stesso effetto protettivo, acquistate quindi creme solari ad alta protezione per proteggervi dai raggi del sole aggressivi, anche se avete una carnagione olivastra (beati voi!) ci si abbronza ugualmente. Ma fate attenzione alla composizione. Ci sono filtri solari che sciolti nel mare sono tossici e anche se il mare oggi è già abbastanza inquinato, non vorremmo contribuire, giusto? E poi mi piace scoprire che ogni anno la Puglia è tra le regioni d’Italia con il mare più pulito premiata con una bella Bandiera Blu!

borsa da spiaggia bikini sostenibili

Quando decido di rimanere in spiaggia più del solito, mi porto dei parei o dei caftani in cotone naturale o in lino, leggeri, traspiranti da indossare quando decido di prendermi un caffè in spiaggia o un gelato.

Naturalmente niente bottiglie di plastica! Le borracce sono perfette anche per la spiaggia, mi raccomando. Se decidete di portarvi uno spuntino, o di fermarvi tutto il giorno, preparate un pranzo leggero da conservare in contenitori riutilizzabili. Siete sprovvisti? Utilizzate i barattoli di vetro. In questo modo i rifiuti prodotti saranno davvero pochi. In ogni caso munitevi di sacchetti biodegradabili in cui riporre gli scarti.

Approfittate di questo tempo per rimanere offline e godervi il mare in completo relax. Fate conoscenze nuove, leggete un libro preso magari in biblioteca.

E quando andate in spiaggia in compagnia di grandi e piccoli, organizzate una raccolta dei rifiuti dimenticati da incivili. In questo caso però dovrete ricordarvi di portare l’occorrente per non toccare a mani nude i rifiuti, quindi guanti e sacchetti per i rifiuti. Coinvolgere gli adolescenti in questa attività sarà fondamentale per far capire loro l’importanza di un gesto semplice ma necessario per salvaguardare il Pianeta, la nostra unica casa!

Buona Estate in anticipo a tutti!

- scritto da Edda Gagliardi

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Condividi


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Oppure commenta con il tuo account Facebook