Miniascensori: come arredare una casa senza barriere

casa senza barriere miniascensore

C’è un modo sicuro ed esteticamente interessante per superare quegli ostacoli che non permettono di compiere autonomamente qualsiasi attività all’interno della propria casa.

Miniascensori: una soluzione con stile

L’accessibilità combinata al design e all’arredamento moderno è uno dei temi più in voga del momento. I miniascensori, o ascensori domestici, sono infatti un accessorio che sta diventando sempre più di moda, e a buon merito.

L’utilità di un miniascensore trova riscontro in moltissimi aspetti della vita quotidiana, garantendo lo spostamento da un luogo a l’altro della casa senza alcuna fatica. Questi dispositivi diventano indispensabili per chi, come anziani e disabili, necessita di aiuto nella deambulazione, per via di una ridotta capacità motoria (è il caso, ad esempio, di coloro che si spostano con bastoni da passeggio, deambulatori, o sedia a rotelle); tuttavia il miniascensore è, come vedremo, una soluzione ideale anche per “impreziosire” il proprio appartamento con una soluzione di design.

Miniascensori: un’unica soluzione a problemi differenti

Non pensiate che il miniascensore sia solo un modo per abbattere le barriere architettoniche, destinato quindi esclusivamente a chi ha difficoltà motorie.

Pur essendo una soluzione ideale per le persone con disabilità, il miniascensore è risolutivo in moltissime situazioni della vita quotidiana, sia per coloro che vivono con un handicap sia per tutti gli altri. Un ascensore domestico, ad esempio, è il modo più comodo ed elegante per accedere all’appartamento dal garage o dagli spazi esterni dell’abitazione, qualora questi non fossero sullo stesso livello dell’entrata.

Un miniascensore può far guadagnare moltissimo in termini di spazio se sostituisce la classica rampa di scale tra un piano e l’altro dell’abitazione e si inserisce particolarmente bene negli appartamenti moderni, dal design semplice e pulito.

casa senza barriere

Tra gli scenari d’uso più comuni ci sono le classiche giornate di pioggia, o quelle invernali, in cui uscire di casa senza avere un collegamento diretto tra appartamento e garage o rimessa – a volte anche accompagnando bambini o anziani, oppure con pesanti buste della spesa – può essere problematico. Tornate dalla palestra o da un viaggio, stanchi e con borse, zaini, valige e borsoni pesanti? Avere un miniascensore in casa può fare la differenza.

Pensate anche a situazioni come traslochi o trasporti di carichi pesanti: in questo caso le scale possono rappresentare davvero un ostacolo insormontabile. Un miniascensore in casa può risolvere molti problemi e migliorare nettamente lo stile di vita di un’intera famiglia.

Miniascensore: un elemento d’arredo

Al di là dell’utilità – sia per arredare una casa senza barriere, sia per semplificare la vita quotidiana di tutti – il miniascensore è oggi un elemento molto in voga sulle riviste di design. Grazie alla sua totale personalizzazione, che lo rende un oggetto adattabile a soluzioni abitative anche diametralmente opposte, è possibile inserirlo in qualsiasi ambiente domestico, ove ce ne fosse bisogno. Le ridotte dimensioni (il vano può ingombrare anche solo poco più di 60 cm per lato!) permettono l’installazione anche in ambienti piccoli, in angoli che rimarrebbe altrimenti inutilizzati o poco pratici.

I miniascensori, inoltre, possono essere personalizzati nella scelta dei materiali (ad esempio con eleganti cabine a vetri) e nella combinazione degli optional, come sedute e corrimano. Molti modelli sono pensati per ottenere un effetto “a scomparsa”, praticamente invisibili quando le porte sono chiuse; altri invece, con creativi giochi di illuminazioni e rifiniture di lusso, sono ideali per aumentare il valore del vostro immobile.

Come arredare una casa senza barriere

Il miniascensore non è l’unico strumento per arredare una casa senza barriere architettoniche: sono anzi tante le indicazioni da seguire se si vuole creare un ambiente davvero accessibile. Se siete in cerca di soluzioni pratiche ma eleganti, utili a chi ha problemi di mobilità ma adatte ad essere inserite in un contesto di pregio, troverete sicuramente vasta scelta tra le pagine delle riviste di design.

Tra le soluzioni che apprezzo maggiormente ci sono sicuramente le idee che interessano il bagno: l’installazione di un piatto doccia a filo pavimento è, per esempio, una delle tendenze di design che preferisco. Semplice e lineare, ideale per un bagno moderno minimale o in stile scandinavo, rende la doccia pratica e sicura, sia al momento dell’uso, sia al momento della pulizia.

Ma se proprio preferite la vasca sappiate che esistono in commercio modelli con sportello moderni ed essenziali, che non hanno nulla da invidiare alle classiche vasche.

casa senza barriere letto

In camera da letto, invece, una soluzione ingegnosa e funzionale potrebbe essere l’installazione di letto ortopedico elettrico, che facilita le operazioni di salita e di discesa dal materasso e, inoltre, può regolare l’altezza di busto e gambe nella posizione assunta al momento del riposo. Tuttavia, in camera come negli altri ambienti, è importante per una casa davvero accessibile rispettare le distanze minime tra i vari componenti d’arredo, in modo da facilitare le operazioni di azionamento e manovra di una sedia a rotelle.


In cucina, invece, oltre a regolare l’altezza dei pensili in modo che siano facilmente raggiungibili, consiglio di optare per dei fornelli ad induzione piuttosto che a gas, per rendere il piano di cottura più stabile e prevenire eventuali incidenti dovuti al rovesciamento di pentole e padelle.

- scritto da Edda Gagliardi

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Condividi


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Oppure commenta con il tuo account Facebook