Tutorial: Come realizzare una ghirlanda tropicale origami

Con la bella stagione cambiano i colori, le temperature, i ritmi, i menù e anche le ghirlande decorative! Eccone una appena realizzata e super colorata! Una nuova ghirlanda tropicale origami, realizzata con fiori e foglie di carta, rametti e persino pappagallini!

Ho un debole per le ghirlande, ma questo lo sapete già! Quindi concentriamoci sui componenti di questa nuova ghirlanda, soprattutto su quel pappagallino porta messaggi. Quel simpatico pappagallino che vedete sul rametto è stato realizzato con la tecnica degli origami, quindi per crearne uno identico, vi servirà solo un po’ di carta colorata, nient’altro! 

Il pappagallino porta messaggi, che per il momento lo vedete appollaiato sul rametto della ghirlanda, può essere posizionato ovunque, sulle foglie di monstera, su qualche pacchetto regalo o su di una lettera. E già, il pappagallo origami può essere utilizzato anche come chiudi pacco regalo. Può sigillare anche il pacco dei biscotti fatti in casa preferiti!!

Curiosi di vedere come si realizza? Allora non dovrete far altro che cliccare il video che vedete qui sotto e osservare i vari passaggi.

Per non perdere i prossimi video tutorial, non dimenticate di iscrivervi alla mia pagina youtube, è semplicissimo!

Per realizzare le foglie di monstera e i fiori di carta tropicali senza troppa fatica, vi consiglio di cliccare QUI, troverete un altro video tutorial completo di tutti i passaggi per realizzare il fiori di carta tropicali.

Amo le ghirlande perché decorano le pareti e portano tanto colore e allegria in ogni stanza di casa. Questa variante in particolare, può essere utilizzata anche come porta messaggi speciali dedicati a chi vuoi bene. Un’idea regalo originale da realizzare per delle ricorrenze speciali come la festa della mamma, o la festa degli innamorati (magari aggiungendo un altro pappagallino!). Quindi miei cari lettori non perdetevi il tutorial, e ricordate sempre che sono i piccoli gesti che vi renderanno speciali!

- scritto da Edda Gagliardi

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Condividi


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Oppure commenta con il tuo account Facebook