Tende a vetro, quando e come sceglierle

tende a vetro

Le tende a vetri su Carillo Home sono delle tendine davvero semplici da montare. Vengono chiamate in questo modo perché sono pensate proprio per aderire alla perfezione su vetri dalle dimensioni standard. Solitamente si presentano in coppia, in modo da poter rivestire entrambi i lati di un infisso. Si adattano in particolar modo alle abitazioni molto piccole o agli spazi più ridotti. Infatti, è piuttosto comune vederle in cucina o in bagno, ma si possono utilizzare in qualsiasi stanza della casa o dell’ufficio. Ciò che le renderà un complemento d’arredo unico saranno la scelta del tessuto, del colore e di eventuali ghirigori ed elementi decorativi.

Le tende a vetro evidenziano, quindi, numerosi vantaggi: occupano solo lo spazio del vetro; arredano in maniera essenziale e sobria gli ambienti e gli spazi più piccoli; possono essere montate, smontate e sostituite con grande facilità; migliorano la privacy degli interni; possono essere lavate ogni volta che serve, poiché, essendo più piccole rispetto ad altri tipi di tende, si lavano e stirano rapidamente. Inoltre, per aprire e chiudere la finestra, non sarà necessario scostare ogni volta la tenda, la quale resterà fissa sul vetro senza essere d’intralcio nei movimenti. Vediamo insieme quali modelli e colori scegliere, a seconda dell’ambiente o della stanza di riferimento.

Tende a vetro: quali colori e modelli scegliere

Le tende a vetro moderne sono la scelta ideale per ambienti di piccole e medie dimensioni, come bagni e cucine. Questi luoghi della casa sono anche quelli più vissuti, con la conseguenza che le tende si sporcheranno facilmente e avranno bisogno di essere lavate e rinfrescate più spesso. Ed è questo uno dei motivi per cui si ricade sulla scelta delle tende a vetro, in quanto facilitano le operazioni di montaggio e smontaggio rispetto alle più complicate tende a bastone. Per la loro estrema praticità e linearità, le tende a vetro si adattano perfettamente sia all’interno di ambienti classici che in quelli più moderni.

tende per la casa

Attenzione ai colori e ai tessuti

Le tonalità vanno poi selezionate in base allo stile, al colore delle pareti e all’arredamento della stanza.
Le tende sono infatti parte integrante dell’arredo e ne rappresentano il giusto complemento. Una prima distinzione cromatica può essere fatta tra colori chiari e colori scuri: i primi sono da preferire in stanze poco illuminate dal sole, mentre i secondi sono perfetti in stanze molto illuminate o all’interno di spazi più ampi. Un altro dilemma è cosa scegliere tra tinta unita e fantasia. Se la stanza è di grandi dimensioni e l’arredo presenta colori neutri, potrai sbizzarrirti con tende stampate e fantasie particolari. Quelle più divertenti e giocose sono d’obbligo nelle camerette dei bambini. Al contrario, si consiglia la tinta unita quando la stanza è già molto colorata o sono presenti grandi quadri, tappeti e altri elementi d’arredo vistosi. In casi come questi, la tenda deve richiamare il colore dell’arredo dominante e rappresentare il collante all’interno dell’ambiente.

Un altro elemento da valutare è il tessuto, se sceglierlo coprente o filtrante. Le tendine filtranti sono realizzate con tessuti molto leggeri, come il tulle, il cotone, il poliestere e il misto lino. Si tratta di tessuti che lasciano passare i raggi solari illuminando l’ambiente, quindi perfetti in stanze in cui si ha bisogno di luce naturale, come la cucina. Le tendine semi-filtranti e coprenti sono invece realizzate con tessuti più spessi e robusti, poiché hanno il compito di garantire una maggiore privacy all’ambiente. I tessuti oscuranti più utilizzati sono il lino, il velluto, ma anche il poliestere e il cotone. Le tende coprenti trovano il loro maggior impiego soprattutto nella zona notte.

Come montare le tende a vetro

Montare le tende a vetro è semplicissimo, basta scegliere tra bacchette e bastoni e fissarli alla finestra o alla porta finestra, a seconda delle proprie esigenze. Le bacchette sono più facili da montare e si possono fissare a vetro o sull’infisso. I bastoni vanno invece fissati a muro o sul serramento, ideali se si vuole ottenere un effetto arricciato o con passanti.

- scritto da Edda Gagliardi

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Condividi


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Oppure commenta con il tuo account Facebook