Psicologia dell’abitare: 5 consigli per rendere la casa fonte di benessere

psicologia dell'abitare fiori

La casa è lo specchio del mondo in cui viviamo. Basterebbe esserne consapevoli per viverlo in modo terapeutico.

La casa rappresenta un guscio che ci protegge dal mondo esterno. Rappresenta un rifugio sicuro, un nido accogliente che proprio in questo periodo così lungo e difficile a causa della pandemia di Covid -19 ancora in atto, abbiamo scoperto quanto sia importante sentirci davvero protetti tra le quattro mura domestiche. Il tema casa, è per me tanto importante, per questo vorrei entrare ancora più nell’argomento attraverso lo studio della psicologia dell’abitare, che va molto oltre il concetto di funzionalità.

La psicologia dell’abitare studia come l’uomo e l’ambiente riescano ad influenzarsi reciprocamente e quali reazioni psicologiche e comportamentali si manifestano in alcune persone in determinati ambienti. La psicologia dell’abitare è quindi in grado di rendere facilmente gestibile l’ambiente in cui viviamo rendendoli più accoglienti e ricreando armonia per chi ci abita.

Spesso viviamo male la casa e non riusciamo nemmeno a identificare il problema focalizzando la nostra attenzione su avvenimenti esterni, depistando il nostro pensiero. Avvertiamo una strana sensazione di malessere psicologico ma purtroppo difficilmente riusciamo ad identificarne la causa. Non facciamocene una colpa! Non è stata data la giusta importanza. La psicologia dell’abitare non si è mai diffusa a tal punto da suscitare un vero interesse di massa. Fortunatamente però, negli ultimi anni, molti architetti e designer hanno prestato molta attenzione nei confronti di questa branca della psicologia, fondamentale per rendere confortevoli gli ambienti interni ed esterni, sviluppando quindi nuovi modelli abitativi.

psicologia dell'abitare oggi

C’è ancora una buona notizia per voi, miei cari lettori. Sappiate che chiunque, in questo preciso momento, potrebbe migliorare la propria abitazione, trasformando ogni spazio in fonte di benessere e senza coinvolgere architetti o designer di interni! Vediamo insieme 5 consigli da mettere subito in pratica per cominciare a vivere la casa in modo terapeutico.

L’importanza di aggiungere elementi naturali in casa

Gli elementi naturali rigenerano le nostre energie riducendo ansia e stress. Vi consiglio quindi di inserire in ogni stanza complementi in legno naturale, oggetti in pietra, quadri che raffigurano la natura in generale. A questi, andranno sempre accostati elementi naturali vivi, quindi piante da appartamento, fiori freschi e tutto ciò che ricorda il ciclo naturale della vita.

Un angolo relax per sentirsi a proprio agio

Ogni bambino ricrea in casa un piccolo spazio, un nascondiglio nel quale rifugiarsi quando ne sente il bisogno. Questa necessità ci accompagnerà per tutta la vita! Anche da adulti si ha bisogno di un rifugio tutto nostro nel quale abbandonarci per ritrovarci, magari dopo una brutta giornata lavorativa. Dover ricreare il vostro angolo relax? Esattamente dove vi sentite più a vostro agio. Vi consiglio di escludere la parte centrale di una stanza, optate invece per un angolo luminoso. Posizionate una comoda poltrona, le pareti circostanti vi permetteranno di raccogliervi in serenità e riordinare i pensieri sentendovi al sicuro.

psicologia dell'abitare benessere

Le finestre, un contatto con la natura

Le finestre rappresentano quel contatto con la natura che dobbiamo necessariamente percepire quando viviamo la casa. Non oscurate le stanze con tende troppo spesse. Se potete lasciatele sempre aperte, in tal modo entrerà più luce naturale possibile. La stessa cosa vale per le tende posizionate all’esterno. Non create barriere tra voi e l’ambiente esterno, fate entrare il sole in casa, sopratutto durante le stagioni fredde. La luce naturale svolge un ruolo fondamentale per il nostro benessere fisico e psichico.

Siate creativi anche nell’arredamento

Sappiate che ogni stanza, ogni angolo, ogni oggetto presente nella vostra casa comunica qualcosa su di voi, sulla vostra personalità. Sentitevi sempre liberi di osare personalizzando con il vostro stile ogni ambiente della casa. In fondo, abitare una casa è abitarsi. Il modo in cui ogni persona vive il proprio ambiente modificandolo in base alle proprie necessità, rappresenta una valido indizio per uno psicologo. Tutto ciò che facciamo, cambiamo e viviamo in casa parlerà di noi, svelando la nostra personalità.

psicologia dell'abitare

Imparare ad ascoltare voi stessi osservando il vostro modo di vivere la casa, vi servirà a capire tante cose di voi e degli altri. Vi invito nuovamente a focalizzarvi sulle emozioni e le sensazioni positive e negative che provate in ogni stanza dalle casa. Ricordatevi che se percepite un malessere psicologico, potrebbe dipendere dall’ambiente in cui vivete, da voi stessi, da un blocco interiore. Osservate tutto, i cambiamenti e le immobilità, gli accumuli di oggetti, agli spazi troppo vuoti. Sarà la strada giusta per riscoprirvi e ritrovarvi.

- scritto da Edda Gagliardi

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Condividi


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Oppure commenta con il tuo account Facebook