Cosa rappresenta la casa per chi la abita

casa per chi la abita psicologia

La casa è il vostro corpo più grande, vive nel sole e si addormenta nella quiete della notte, e non è senza sogni. (K.Gibran)

Vi ho spesso parlato dell’importanza di saper personalizzare la casa con il vostro stile, con creatività e buon gusto. Per questo condivido sempre con tutti voi miei cari lettori, soluzioni e i dee di arredo creativo a cui ispirarvi per decorare o rinnovare l’arredo di una stanza o semplicemente di un angolo, o di una parete. Ma questa volta, vorrei fare un passo indietro, tornare sull’uscio di casa e riflettere insieme su cosa rappresenta la casa per chi la abita. Andremo oltre le quattro mura e il suo aspetto materiale che siamo abituati a vedere. Oggi vi spiegherò come osservare la vostra casa da un’altra prospettiva, quella più intima che custodisce tante risposte segrete che nemmeno immaginate.

La casa per chi la abita, è senza dubbio un luogo sicuro in cui tornare. Rappresenta il confine con il mondo esterno, una volta chiusa la porta d’ingresso, ognuno si spoglierà della propria armatura e di quelle maschere che indossiamo come se facessero parte del nostro outfit quotidiano! La casa rappresenta il vostro contenitore più grande, che custodisce le vostre cose e le vostre emozioni. In altre parole, la casa in cui vivete, vi rappresenta più di ciò che immaginate. Racconta il vostro passato e il presente. Attraverso la scelta dello stile, dei colori, degli spazi, la casa descrive l’identità di chi la abita mediante un codice invisibile.

casa per chi la abita rappresenta il proprio sè

Arredare le stanze della vostra casa copiando alla perfezione un’immagine del catalogo del vostro mobilificio di fiducia, metterebbe in luce le vostre insicurezze e, a lungo andare vi creerà disagio senza che nemmeno ve ne rendiate conto! Allora perché la casa rappresenta il nido che vi protegge dal mondo esterno, spesso e volentieri non vi sentite connessi con essa? Semplicemente perché non vi somiglia, non fa parte del vostro mondo interiore. Non riuscendola a gestire bene vi crea stress. Troppo complicata da pulire, troppo scura, troppo fredda, troppo disordinata, troppo grande o troppo piccola poco luminosa. Sono tutti fattori che possono creare disagio e nervosismo. Sappiate però che tutto dipende da voi!

Come ritrovare il benessere in casa e dentro di voi

Riordinare la propria casa, significa riordinare la propria psiche, il proprio mondo interiore. Provate a renderla accogliente, solo allora vi “sentirete a casa” sempre! Ma vediamo insieme da dove cominciare. Se percepite una sensazione spiacevole in una stanza o in una zona della vostra casa, la prima cosa che dovrete fare sarà osservare quella zona. Osservate tutto, oggetti, mobili, quadri, e in diversi momenti della giornata. Pensate cosa effettivamente vi crea disagio, cosa vi rende sofferenti e quali pensieri ed emozioni quell’oggetto o quel mobile vi trasmette. Individuare la fonte di stress che si nasconde in casa, vi aiuterà a migliorare gli spazi e di conseguenza l’umore. Ritroverete il benessere nel vostro nido sicuro.

Prendervi cura della vostra casa, vi aiuterà a prendervi cura di voi stessi! Sarà un percorso costante che vi accompagnerà per tutta la vita, migliorandola giorno dopo giorno. La casa è un’estensione del vostro essere e lo sbaglio più grande che spesso si fa, è restare indifferenti di fronte a quel disagio che avvertite all’interno della vostra abitazione. Non sentitevi in colpa per non aver fatto nulla prima. Ognuno ha qualcosa in casa che provoca stress: una luce sbagliata, un mobile troppo ingombrante che crea difficoltà di movimento, un letto scomodo, un quadro troppo cupo. Nessuna casa è perfetta per chi la abita. O meglio, non lo è per sempre!

casa per chi la abita benessere

La casa è uno spazio vitale in continua evoluzione

L’arredamento di una casa deve sempre variare con voi. Deve seguire i cambiamenti naturali della vita. Con questo non intendo che ogni qualvolta vi accade qualcosa dovete stravolgere ogni angolo di casa. Ma migliorare lì dove occorre farlo in quel momento! Quando arriva un figlio, quando si comincia una nuova convivenza, quando dobbiamo accogliere eventi straordinari che stravolgono il quotidiano, dovete essere pronti ad abbracciare un piccolo ma importante cambiamento, anche tra le pareti del vostro nido sicuro. La casa quindi è uno spazio vitale in continua evoluzione, ciò che avviene nella casa, avviene dentro di voi e viceversa.

Non vedo l’ora di spiegarvi quali sono le caratteristiche fisiche ed emozionali che vi aiuteranno a rendere la vostra bellissima casa, anche serena e piacevole da vivere da soli o in condivisione.

- scritto da Edda Gagliardi

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Condividi


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Oppure commenta con il tuo account Facebook