Mindfulness, il piacere di vivere in una casa che ci somiglia

mindfulness

La casa è il nostro rifugio, quel luogo in cui amiamo rilassarci, cucinare, organizzare feste con gli amici. Quel luogo in cui ci prendiamo cura di noi e dei nostri figli, uno spazio tutto per noi, pronto ad accoglierci nei momenti felici e soprattutto in quelli difficili. Grande o piccola che sia, la nostra casa dovrebbe darci gioia, ispirazione, calore e ridurre lo stress che accumuliamo durante il giorno. Invece, spesso e volentieri ci ritroviamo a vivere in una casa-vetrina che non ci rappresenta nemmeno lontanamente e addirittura aumenta il carico di stress per il troppo impegno che richiede o semplicemente perché non ci assomiglia.

Mindfulness, un modo sano di vivere e di abitare la casa

Fortunatamente a tutto c’è una soluzione. Per eliminare lo stress dalla vostra casa è sufficiente optare per lo stile mindfulness, uno stile che attinge parecchio dal Feng Shui orientale. Una tecnica antica che ci insegna a disporre i mobili in modo armonico, con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita. Lo stile mindfulness, più che una tendenza è uno modo di vivere e di abitare la propria casa prediligendo ambienti rilassanti, piacevoli e accoglienti, dove ritrovare la pace e la serenità.

Cos’è il mindfulness

Il mindfulness è una tecnica utilizzata per migliorare la qualità della vita con lo scopo di promuovere il benessere e ridurre ansia e stress. Aiuta a comprendere meglio se stessi e a sviluppare quella consapevolezza mentale che si traduce nel focalizzare l’attenzione su ciò che siamo adesso e capire come agire e reagire. Condurre una vita mindfulness significa assaporare e godere di ogni minuto della nostra vita senza stress, anche tra le mura di casa.

Da dove cominciare? Cosa fare? Come arredare una casa in stile mindfulness? Qui di seguito troverete dei punti fondamentali da seguire per ricreare ambienti pensati per vivere, meditare e trascorrere il quotidiano senza stress. Ma prima di cominciare vorrei che elencaste su un foglio di carta tutto ciò che vorreste avere in casa, ciò che vi manca per star bene e le sensazioni che vorreste provare. Questo semplice esercizio vi aiuterà a identificare il vostro stile e a capire da dove cominciare. Successivamente vi basterà seguire queste semplici regole:

Lascia che la luce naturale entri in casa

Il primo semplice consiglio è quello di godere al massimo della luce naturale che entra in casa. Il sole è vita, nutrimento ed energia per noi anche quando stiamo in casa. Limitate l’uso delle tende, lasciate che la luce entri in casa e qualora ci fossero ostacoli come delle pareti divisorie, aggiungete uno specchio posizionandolo in modo da creare un gioco di luce riflessa.

mindfulness design

Vivere in una casa luminosa è la base per una vita mindfulness. Anche se molti non sopportano svegliarsi con la luce del sole in camera da letto, addormentarsi con la luce naturale, renderà il sonno migliore e pian piano riuscirete ad allineare il ritmo sveglia-sonno con i cicli naturali e il risveglio sarà più sereno.

Scegli i materiali adatti

Per ricreare lo stile mindfulness dovrete optare solo per materiali e tessuti naturali. Via libera a mobili e complementi in legno, meglio se naturale, escludete materiali plastici e sintetici e utilizzate solo tessuti in cotone e lino.

mindfulness palette

Le tonalità più adatte

Per fare in modo che la casa accompagni la nostra meditazione, dovremo scegliere anche un mix di tonalità adatte a noi. Le tinte chiare sono le più consigliate insieme al bianco e ai colori che ricordano la natura, come il sabbia, il verde chiaro e l’azzurro. Invece il nero e i colori forti come il rosso e l’arancio possono essere inseriti aggiungendo dei dettagli. Personalizzate gli ambienti seguendo sempre il vostro gusto e applicando questi semplici consigli riuscirete a creare quel giusto mix che vi regalerà un’atmosfera piacevole e accogliente che avete sempre desiderato.

Liberati del superfluo

Ne abbiamo già parlato di come una casa ordinata e arredata rispettando il giusto equilibrio tra la dimensione dei mobili e lo spazio disponibile, sia fondamentale per allontanare lo stress. Gli arredi e gli oggetti presenti in ogni stanza dovrebbero portare armonia e non creare fastidio e malessere.

Eliminate quindi tutto ciò che non vi serve e che ritenete ingombrante e poco funzionale per lo stile di vita che desiderate. Non tralasciate nulla, partite dal vostro guardaroba e finite al ripostiglio, un decluttering vi aiuterà a vivere decisamente meglio!

mindfulness corner

Crea il tuo angolo mindfulness

Non è semplice trasformare una casa già arredata in una casa mindfulness. Ma si può sempre cominciare da una sola stanza o semplicemente, ricavare una angolo perfetto per voi. Scegliete una zona luminosa, posizionate un divanetto una comoda poltrona vicino ad una finestra, aggiungete un tappeto e dei cuscini se praticate meditazione o yoga. Create l’atmosfera giusta con candele profumate o con uno smudge stick e se vi fa star bene, aggiungete delle piante sospese e dei fiori freschi che regalano sempre tanto buon umore!

- scritto da Edda Gagliardi

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Condividi


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Oppure commenta con il tuo account Facebook