Come preparare il pot-pourri in casa, varie tecniche di essiccazione

Quest’anno vorrei essere più veloce del tempo e delle stagioni, vorrei poter utilizzare le piante aromatiche del balcone e i fiori della campagna, per preparare un vero pot-pourri fatto in casa, da utilizzare per profumare ogni stanza. Prima che provveda l’autunno a spogliare di ogni bellezza piante e alberi, vorrei raccogliere i fiori più profumati e le spezie più fresche per poi essiccarle dolcemente sotto il sole di fine estate. Tra le varie ricerche, ho scoperto che gli antichi preparavano il pot-pourri umido che utilizzavano per profumare in maniera naturale, i loro ambienti. Facevano macerare nei barattoli le foglie e i petali, alternandoli con strati di sale. Un procedimento di essiccazione ancora attutale, nonostante i tempi troppo lunghi di preparazione, ma con ottimi risultati! Infatti, seguire questo processo di essiccazione, significa ottenere un pot-pourri molto profumato, che non necessita di sostanze che esaltino la fragranza, pur non essendo propriamente bello da mostrare!!

fiori essiccati2

Più facile e veloce invece, è il pot-pourri secco, perfetto per ottenere dei fiori essiccati talmente belli, da volerli tenere in bella mostra in ogni stanza! Per prima cosa bisognerà raccogliere una buona quantità di fiori profumati, le rose naturalmente, sono perfette, purchè siano in buone condizioni. Consigliano di raccogliere fiori e foglie durante una mattina soleggiata e di considerare solo fiori aperti e senza petali ingialliti, che potrebbero compromettere il buon risultato del pot-pourrì.

pot-pourri

Approfittate anche delle erbette aromatiche che avete sul balcone o in giardino. Qualche esempio? Le foglioline di menta, di citronella, di timo, basilico e dragoncello. Posizionatele su un vassoio di vimini traforato, o se avete un essiccatoio ancora meglio! Che volendo, potreste anche realizzarlo voi stessi. Acquistate una rete di acciaio sottile e fissatela su una cornice, che potrete realizzare anche con del legno di recupero. Oppure, potreste eliminare il fondo di una cassetta di legno e fissare la rete così come vedete nella foto. Adagiate quindi le foglie e i petali sul vassoio forato e lasciate essiccare in un posto soleggiato e asciutto, per circa una settimana. Raccogliete delicatamente il tutto e conservatelo in barattoli di vetro. Questo processo di essiccazione vi consentirà di ottenere un bellissimo pot-pourri, i colori dei petali infatti rimarranno invariati. In questo caso però, bisognerà esaltare la fragranza con poche gocce di oli naturali da acquistare nelle erboristerie.

essiccatore

Trascorso il tempo stabilito, il pot-pourri sarà pronto per essere utilizzato! Riempite coppettine, barattoli di vetro, tazzine di porcellana e vecchie formine per crostatine da posizionare in ogni angolo della casa. Aggiungete al pot pourri anche dei fiori di lavanda essiccata, un mix di profumi delicati e soprattutto naturali!

fiori essiccati3

Scegliete una fragranza fresca o delicata a seconda dei vostri gusti. Versate alcune gocce sul fondo di un barattolo di vetro abbastanza capiente, versate i fiori e le foglie essiccate, aggiungete ancora qualche goccia su qualche petalo e chiudete il barattolo che dovrà essere conservato in un luogo buio, fresco e asciutto per un mese circa.

arance essiccate

Ci stiamo avvicinando all’autunno e per creare macchie di colore calde e profumate, vi consiglio di aggiungere ai fiori essiccati anche delle fettine di arancia o di limone, da essiccare seguendo lo stesso procedimento. Altrimenti se il clima è già molto umido, potreste essiccarli mettendo in forno le fettine per pochi minuti, a bassa temperatura e aspettare che caccino via tutta l’acqua. Sarà divertente creare dei centrotavola che profumano di autunno, arricchiti con piccole pigne, stecche di cannella, anice stellato e bacche di eucalipto, da posizionare sulla consolle dell’ingresso, nella zona living o in camera da letto. Io comincio subito e voi?

 

- scritto da Edda Gagliardi

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Condividi


2 pensieri su “Come preparare il pot-pourri in casa, varie tecniche di essiccazione

  1. Pingback: Tisane alla lavanda per un autunno più dolce - La Figurina

  2. Pingback: Come fare dei barattoli vintage riciclando vecchi pomelli - Tutorial

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Oppure commenta con il tuo account Facebook