Strudel della Befana

strudel della befana

L’Epifania tutte le feste le porta via..  un proverbio popolare che mi tocca ascoltare e vivere ogni anno… sapeste quanto non lo sopporto! Vorrei godermi con spensieratezza la settimana dell’epifania, dei Re Magi, delle calze piene di cioccolate, caramelle, lecca lecca e carbone zuccheroso, senza temere l’arrivo della dolce vecchina che le feste si porta via (in caso non l’aveste capito!!). Tutti noi vorremmo che le feste natalizie, come tutte le cose belle, durassero più a lungo! Ma non c’è soluzione, tranne che prendere esempio da lei, lei che ci coccola con ogni bene superfluo pur di distrarci dai pensieri quotidiani, dalla vita vera che ricomincia, dalle bollette da pagare e dagli ostacoli da superare. Lei che con una cioccolata, ci regala dolcezza ancora per un giorno, solo uno… È dalla Befana che voglio prendere esempio… È tardi, è notte e voglio render più dolci, i giorni che verranno… Indosso il grembiule e preparo uno strudel, lo strudel della Befana, ricolmo di mele caramellate, cannella, marmellata, uvetta, sogni, emozioni, speranze e zucchero, tanto zucchero per addolcire quei giorni troppo malinconici, che talvolta, annebbiano i ricordi.

strudel della befana calza

INGREDIENTI PER LA PASTA:

  • 250 g di farina
  • 1 cucchiaio di olio
  • 1 uovo
  • sale
  • 1 bicchiere d’acqua tiepida

INGREDIENTI PER IL RIPIENO:

  • 4 mele renette
  • 1 limone biologico
  • 1 cucchiaio abbondante di olio d’oliva
  • 50 g di pan carré
  • 50 g di pinoli
  • 20 g di uvetta
  • 3 cucchiai di marmellata di albicocche
  • 60 g di zucchero di canna
  • burro q b
  • cannella in polvere

 

strudel della befana ricetta

PROCEDIMENTO:

Preparate la pasta strudel mescolando in una terrina capiente, la farina, un pizzico di sale, olio d’oliva e l’uovo intero. Impastate con le mani e aggiungete pian piano l’acqua tiepida. Lavorate energicamente fino a quando gli ingredienti non saranno ben amalgamati fra loro. Quindi fate un panetto di pasta e fate riposare per 15 minuti. Intanto preparate il ripieno. Fate tostare per pochi minuti le fette di pan carré a pezzetti, con delle noci di burro. Tagliate le mele a fettine e mescolatele con il succo del limone. aggiungete lo zucchero di canna, una spolverata di cannella, i pinoli, l’uvetta e il pane tostato tritato grossolanamente (per velocizzare questo passaggio, o se vi manca il pan carré, utilizzate le fette biscottate!). Prendete il panetto di pasta e stendetelo su di un foglio di carta da forno. La pasta strudel è molto elastica, cercate di formare un rettangolo molto molto sottile. Spalmate delicatamente la marmellata  sulla pasta e distribuite il ripieno di mele e pane tostato. Arrotolate la pasta aiutandovi con la carta. Sigillate bene i bordi e cercate di ottenere la forma di una calza. Spennellate lo strudel della Befana con dei fiocchi di burro fuso e un paio di cucchiaini di zucchero. infornate a 180° C per circa 30 minuti.

strudel della befana con mele

Per una calza strudel perfetta, piegate leggermente un’estremità dello strudel e con l’aiuto della forchetta, schiacciate delicatamente il bordo più alto, in questo modo realizzerete la forma dell’elastico. Quando sfornerete lo strudel della befana, fatelo raffreddare, decorate con un bel nastrino infiocchettato e spolverizzate di zucchero a velo. Preparate lo strudel della Befana la notte tra il 5 e il 6 gennaio, non per sentirvi delle vere Befane, ma per ricordarvi che a volte basta un un sorriso, un raggio di sole, una chiacchierata, un abbraccio sincero, basta preparare un dolce per essere felici e ricreare quell’atmosfera di festa che riempie il cuore di gioia e felicità!

- scritto da Edda Gagliardi

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Condividi


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Oppure commenta con il tuo account Facebook