Calze della Befana fai da te

Realizzare una calza utilizzando materiali da riciclo, è il modo più giusto ed economico per iniziare bene il nuovo anno! Mancano pochi giorni all’arrivo della Befana, la dolce vecchina con il fazzoletto in testa che, la notte tra il 5 e il 6 gennaio, vola sulla scopa per portare dolci golosi a tutti i bambini del mondo! Anche se l’Epifania tutte le feste si porta via, i bambini aspettano questa festa sempre con gioia e curiosità! Ricordo che sin da piccola non ho mai desiderato appendere alla finestra della cucina una calza acquistata in un negozio, non mi piaceva anzi, ho sempre ritenuto più giusto far trovare alla Befana un vecchio calzino, il più grande che riuscivo a trovare nel cassetto di mio fratello, aspettando con ansia di vederlo pieno di cioccolate e caramelle!calzino

Se quest’anno vi sentite più creative che mai, provate a realizzare una calza per la Befana utilizzando stoffe, carta, vecchie sciarpe magari chiedendo l’aiuto dei vostri bambini e prendendo spunto dalle immagini che ho scelto per voi! Ci sono tante possibilità per realizzare una calza originale e unica, basta tanta fantasia come sempre, qualsiasi tipo di stoffa e di carta, materiali per decorare, quindi bottoni, pizzi, perline, fiorellini e un carta modello che potrete ottenere disegnando  a mano la sagoma su un foglio e bloccarla con gli spilli sulla stoffa da ritagliare, oppure potreste aiutarvi utilizzare una vecchia calza da uomo, mi raccomando però, in questo caso, tenete sempre un margine libero di circa un centimetro, vi servirà per cucire la stoffa.

cartamodello

Una volta ricavato il carta modello, scegliete una sciarpa, un maglione vecchio,

maglione

o un vecchio jeans, ritagliate le sagome e cucitele tra loro.

jeans

Frugate attentamente nel vostro armadio, anche un vecchio plaid potrebbe essere utile per creare una calza della Befana morbida, calda e sicuramente resistente!

pleid

Anche il feltro è un tessuto molto resistente e facile da assemblare anche utilizzando semplicemente la colla a caldo. Non dimenticate però le decorazioni esterne da realizzare con pezzetti di feltro colorato, con bottoni, campanellini e nastri colorati.

renna feltro

Guardate com’è elegante questa calza realizzata con la juta, un cordoncino e una fascia di pizzo bianco. Ma non è bellissimo creare sempre qualcosa di nuovo utilizzando tutto ciò che abbiamo a disposizione e senza spendere nulla?

juta

Potreste realizzare la calza della befana utilizzando solo ed esclusivamente la carta delle vecchie riviste o la carta da regalo che solitamente si conserva per riutilizzarla in altri modi. Quindi, ritagliate due sagome uguali su un foglio di carta più doppio che avete e decorate entrambe incollando pezzetti di carta di giornale, o striscioline di carta da regalo. Aspettate che entrambe le sagome siano completamente asciutte e incollatele tra loro con la colla a caldo. Anche la carta da pacchi o la carta del pane potrebbe essere un’ottima soluzione, perfetta sia come sfondo per qualsiasi decorazione, che per scriverci frasi e simpatici messaggi di auguri.

calza di carta

Volendo potreste realizzare anche una bellissima calza patchwork, recuperando tutti i ritagli di stoffa, qualsiasi colore andrà bene, tagliateli a pezzetti non molto grandi, create la base della calza con il pezzo di stoffa più grande che avete e infine applicate i vari ritagli colorati seguendo i bordi della calza.

calza

Mentre per chi ha la fortuna di saper lavorare a maglia, può sbizzarrirsi come vuole scegliendo il disegno che desidera

calze piene

 

Sorpresina finale? Incartate piccoli doni, e qualche cioccolata e riempite delle scarpe vere o delle pantofole, sarà divertente vedere la reazione della vostra dolce metà quando scoprirà che quest’anno, la befana, ha pensato proprio a tutti!!

C Everard 5.tif

- scritto da Edda Gagliardi

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Condividi


2 pensieri su “Calze della Befana fai da te

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Oppure commenta con il tuo account Facebook