La merenda per i bambini, idee allegre con la frutta

merenda per i bambini

Spesso e volentieri far mangiare frutta e verdura ai bambini, è una vera impresa. Non ho figli ma ho due bellissimi nipotini, Ginevra e Gabriele e se la prima non scambierebbe mai una bella mela croccante con una merendina confezionata o delle patatine, il più piccolino resterebbe digiuno pur di non magiare un pezzettino di qualsiasi tipo di frutta! Ha 4 anni appena compiuti , un vero ometto allegro e sorridente e che mangia, anzi, beve solo la spremuta d’arancia!

Ecco come insegnare ai bambini a mangiare la frutta

Sappiamo bene quanto sia importante la merenda per i bambini e inserire la frutta nell’alimentazione. Contiene poche calorie, molte fibre, tante vitamine e sali minerali, per questo non dovrebbe mai mancare in una sana alimentazione. Ma sappiamo anche quanto sia complicato per ogni genitore reinventarsi ogni giorno in cucina, tentare e sperare che almeno uno spicchio di mela al giorno sia assicurato. Ahimè, non basta, ma non demoralizzatevi, c’è una bella notizia per voi!

Ecco qualche segreto per preparare merende divertenti e genuine

Ho raccolto delle idee divertentissime per preparare una sana merenda per i bambini abbinando cereali, frutta di stagione, cioccolato e non solo. Se la frutta viene presentata bene e nel modo giusto, anche i bimbi un po’ più capricciosi come Gabriele impareranno a mangiarla tutta e senza sforzo!

Ci sono diverse possibilità, ma la più gradita è la merenda preparata con una base di pancake. E QUI trovate la ricetta dei veri pancake americani, molto semplice, pochi ingredienti e se avanza la pastella potete conservarla in frigo in un contenitore con coperchio.

Scegliete l’animaletto che più amano i vostri bambini, scaldate una padella antiaderente e preparate dei pancake di diverse misure. Tagliate la frutta di stagione e completate il piatto con banane, mele, fragole, pere, kiwi o qualsiasi altra frutta che avete in frigo.

merenda per i bambini dinosauro

La merenda pomeridiana è di fondamentale importanza nella dieta di un bambino, non va assolutamente trascurata e nemmeno saltata! Deve permettere di recuperare le energie senza appesantire troppo o togliere l’appetito per la cena. Gli esperti consigliano sempre di variare alternando gli alimenti proponendo soluzioni che piacciono ai bimbi, trovando il giusto compromesso tra sano e goloso!

Leoni, gufetti, pesciolini, orsetti, farfalle e anche dinosauri a merenda! Liberate la fantasia e giocate con i colori della frutta di stagione, coinvolgete i bambini e divertitevi a creare facce strane e animali buffi tutti da mangiare. In sostituzione dei pancake è possibile utilizzare delle fette biscottate o delle fette di pane morbido con un velo di crema alla nocciola o di marmellata, oppure di crema di arachidi, il tutto accompagnato da tanta frutta.

merenda per i bambini animali della foresta

I bambini sono già fin troppo impegnati, non aggiungete troppe attività settimanali, finiranno per non avere nemmeno un po’ di tempo libero per giocare! Dopo la scuola ci vuole una sana e golosa merenda con frutta e cioccolato e magari una bella storia da raccontare insieme, i protagonisti saranno già tutti nel piatto!

merenda per i bambini con frutta

Le merendine confezionate risolvono tanti problemi, sono già pronte, non si perde tempo per prepararle, possono essere messe in borsa o nello zainetto senza problemi, piacciono tantissimo a tutti i bambini, peccato però che sono confezionate, ricche di grassi e conservanti. Ogni tanto va bene, ma non deve diventare un’abitudine.

La merenda per i bambini preparata in casa senza troppa fretta è la migliore! Anche utilizzando solo frutta e cioccolato fuso, è possibile preparare merende golosissime e divertenti. Prendete spunto da questo tutorial e buona merenda a tutti!

- scritto da Edda Gagliardi

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Condividi


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Oppure commenta con il tuo account Facebook